- Pubblicità -spot_img
HomeSportBuona la prima per Mister Vecchi

Buona la prima per Mister Vecchi

- Pubblicità -spot_img

Lanerossi – Alessandria 1-0

Vittoria fondamentale per il Lanerossi che batte l’Alessandria 1-0 con in panchina il nuovo mister Stefano Vecchi, una partita che, come ha detto Vecchi alla sua presentazione, bisognava vincere a tutti i costi per tenere agganciato il treno dei play off che ormai è diventato l’obiettivo minimo e alimentare ancora la speranza che si possa arrivare a giocarsi il salto di categoria.

A mister Vecchi è stato fatto un anno e mezzo di contratto, un segnale abbastanza chiaro che si deve provare a rimettere in piedi quest’annata balorda e comunque mettere le basi per un percorso che dia comunque risultati positivi il prossimo anno.

Evidentemente in due giorni si poteva solamente cercare di trovare più tranquillità e certezze e il mister ci ha messo un po’ del suo con un centrocampo formato da Ronaldo basso davanti alla difesa a tre con Cavion e Proia ai suoi lati, De Col a destra e Costa a sinistra un po’ più alti e le due punte Ferrari e Pellegrini.

La squadra è apparsa comunque in tensione come ha ammesso anche Vecchi nel dopopartita: “Credo che abbiate usato il termine giusto, legnosi, rende un po’ l’idea, nel senso che sicuramente è stata una squadra un po’ contratta nel gioco e nello sviluppo del gioco, anche con qualche idea che manca, perché non si è potuto lavorare molto, quindi questo può essere.

Di solito non mi piace accampare alibi, però questa è una cosa che sicuramente oggi si è vista, o comunque c’è stata poca tranquillità nella gestione della palla e qualche idea è mancata. Dal punto di vista del gioco sicuramente non siamo stati brillanti, però oggi c’eravamo dal punto di vista della voglia, del carattere, del voler vincere la partita, del non mollare niente.

Si può migliorare, anche sotto questo aspetto, però oggi abbiamo giocato contro una squadra che lotta su tutti i palloni e non ci siamo tirati indietro, non le abbiamo concesso un tiro in porta, il portiere non ha mai parato. Però abbiamo fatto fatica nel portarla a casa, perché abbiamo capitalizzato l’occasione del secondo tempo”

La rete di Pellegrini è stata una perla con il giocatore che si apre un varco di forza in mezzo alla difesa avversaria e da posizione defilata e non facile insacca sul palo opposto, un obiettivo raggiunto dopo aver rincorso per tutto l’incontro il risultato con l’Alessandria che il suo primo tiro  verso la porta di Confente lo ha effettuato nel secondo tempo.

Insomma si apre un nuovo ciclo e con la sosta del campionato mister e società dovranno delineare i nuovi parametri per la squadra, sia nel gioco sia su possibili innesti con il mercato di gennaio come ha sottolineato il mister:

“Ci è mancato quel qualcosa che determina un fallo, determina una giocata, il saltare l’avversario, questa era un pò la sensazione che o ci arriviamo di manovra, o ci arriviamo di gioco, o arriviamo al cross, altrimenti tra le linee, anche le combinazioni palla terra, si sono viste poco e questo è un qualcosa che dobbiamo ricercare o attraverso il lavoro, e questo sicuramente lo faremo, oppure aspettando qualche giocatore, intervenendo magari adesso nel mercato”.

www.lrvicenza.net/

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
Rilevanti
- Pubblicità -spot_img
Ultime News
- Pubblicità -spot_img