- Pubblicità -spot_img

Cuori Biancorossi

- Pubblicità -spot_img

“Cuori Biancorossi” dal 1902 è il libro che l’autore, Luciano Zanini, ha presentato nella Sala degli Stucchi a Palazzo Trissino a Vicenza con il patrocino del Comune di Vicenza.

Dopo il saluto del sindaco Giacomo Possamai e con la moderazione di Giuseppe Falco, l’autore ha delineato i tratti salienti del libro che ha la prefazione di Federica Cappelletti moglie del compianto Paolo Rossi, indimenticato campione che con le sue gesta sportive con la maglia biancorossa del Lanerossi Vicenza è stato poi protagonista nazionale e mondiale del calcio italiano.

“Cuori biancorossi”, che è presente in tutte le librerie di Vicenza e provincia, rivive le cose più “grandi”  fatte dalla squadra biancorossa nel corso XX° secolo e sino ai giorni nostri, e con esse anche i personaggi più significativi per far riaffiorare dall’oblìo le robuste radici e le importanti vicende proprie del Vicenza, oggi ufficialmente tornato ad essere  il Lanerossi Vicenza, affinchè sia sempre vivo e attuale tra la gente biancorossa che è sempre in gran numero presente sia in città che in provincia, il lungo e glorioso percorso compiuto. 

Luciano Zanini cerca di ribadire chiaro e forte che “identità biancorossa” significa appartenenza ad un sodalizio sportivo di assoluta eccellenza nazionale, di cui andare sempre estremamente fieri, un’appartenenza che di per sé sottende alla legittima aspirazione do tornare al più presto in serie  A e per poi rimanerci.

Con questo viaggio a ritroso nel tempo, l’autore si propone dunque alla stregua di un semplice vademecum per i tifosi, una lucina sempre accesa, anche nei tempi più sobri per quanto riguarda le imprese calcistiche del Lanerossi Vicenza, così da mantenerli coscienti e fieri del grande passato sportivo della propria squadra del cuore, che poi è anche un pezzo importante della storia vicentina.

Sono anche intervenuti  Adriano Bardin , portiere e della squadra biancorossa tra gli anni  1960 e 1970, Roberto De Petri il terzino che in maglia biancorossa segnò nel 1969 alla Juventus il gol partita al Menti e che ha ricordato quel gol che ammutolì Haller, Furino, Anastasi e compagni, Giuseppe Lely difensore del Real Vicenza e compagno di squadra di Paolo Rossi che ha condiviso i suoi ricordi di quelle meravigliose annate calcistiche, Pieraldo Delle Carbonare presidente del Grande Vicenza che conquistato la Coppa Italia e l’accesso alle Coppe Europee che ha ribadito il suo cuore biancorosso e le gioie di quella squadra che dalla serie C arrivò ai massimi livelli del calcio nazionale.

“Cuori Biancorossi” non è quindi un resoconto storico pignolesco, cronachistico, puntuale, o un album fotografico ma, come ha sottolineato l’autore, un concentrato della storia del Vicenza Calcio, che però ogni buon tifoso biancorosso dovrebbe conoscere, partendo dalle origini sino al fatidico “annus horribilis 2018” e infine il Lanerossi Vicenza che vuole tornare a volare alto, come nel XX° secolo

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
Rilevanti
- Pubblicità -spot_img
Ultime News
- Pubblicità -spot_img