HomeEventiArte e culturaDomenica 20 agosto gran finale per B.motion Danza

Domenica 20 agosto gran finale per B.motion Danza

- Pubblicità -spot_img


Ultima giornata per B.motion Danza, la sezione dedicata ai linguaggi del contemporaneo, portando in città quanto di più nuovo si muove sul panorama nazionale ed internazionale della danza, diventando punto di incontro per artisti e operatori.

Oltre a performance e spettacoli, numerose anche le occasioni di incontro, dialogo e pratiche artistiche aperte a tutti.

Il programma della serata


La giornata si apre il mattino alle 10 con una classe in palestra Brocchi condotta dall’artista Luna Cenere aperta a danzatori, artisti, operatori, seguita poi da un dialogo con l’artista.
Gli spettacoli iniziano il pomeriggio al CSC San Bonventura alle 15.30 con lo spettacolo Sull’attimo, creato da Camilla Monga e Emanuele Manisclaco, in replica anche alle 18.30.

In scena Camilla Monga, Stefano Roveda, Chiara Montalbani e Francesco Saverio Cavaliere, insieme al polistrumentista Emanuele Maniscalco con Pianoforte e batteria, suonati assieme per eseguire un’unica composizione, in parte scritta e in parte improvvisata, traendo spunti dal jazz all’ambient music, dalla musica popolare brasiliana a quella colta del Novecento, da Bach all’art pop.

Il Concept e le idee musicali


Le idee musicali sono sviluppate dalle azioni dei danzatori in un gioco costante di equilibrio e ripetizioni per dare forma a un dialogo serrato tra suoni e gesti. Ogni interprete è alle prese con l’esecuzione e allo stesso tempo con la sua continua variazione, sempre personale e sorprendente.

Alle 16.30 ultima replica per i Dance Well dancers nello spettacolo How to. A Score. Bassano della coreografa norvegese Mia Habib, dalle ore 16.30 nella Palestra del Liceo Brocchi; una prima nazionale, prodotta de Operaestate Festival e realizzata con il sostegno dell’Ambasciata di Norvegia in Italia, dedicata ai temi del lutto e dell’ecologia, completata da un “archivio vivente” del progetto, creato dallo scenografo Liam Al Zafari.

OUTDOOR DANCE FLOOR_Salvo Lombardo

Tappa al Teatro Remondini


Ci si sposta poi al Teatro Remondini, dove alle 20.30 va in scena Simple, la Prima Nazionale del coreografo belga Ayeleen Parolin. Attraverso l’uso consapevole di un vocabolario coreografico limitato e circoscritto, Ayelen Parolin catapulta tre danzatori – Baptiste Cazaux, Piet Defrancq e Daan Jaartsveld – in un sorprendente gioco di ritmo e costruzione, a volte ripetitivo, e sempre in movimento, costantemente ridistribuito, ristrutturato, riprogettato. Un gioco musicale… ma senza musica.

Un gioco che succede perché in Simple, la coreografa si priva del suo partner preferito in scena: la musica. Sono quindi i corpi rimasti in scena a dover riempire quel vuoto, inventandola, immaginandola, suonandola. Alla ricerca di un segno di vita, per un trio che si muove spinto dalla complicità, dal potere e dalla sincerità tipici di un pazzo, di un sognatore o di un bambino, in uno spazio dove tutto – anche le cose che esistono solo nei sogni più assurdi – è possibile.

Gran Finale alle 22:00 – Piazza Libertà

Gran finale di B.Motion Danza alle 22 in Piazza Libertà, con la performance Outdoor Dance Floor di Salvo Lombardo e Daria Greco. Un music club open air dove emanciparsi dalle convenzioni sociali; dove liberarsi da ingombranti abiti ottocenteschi per aprirsi a nuovi scenari. Daria Greco e Salvo Lombardo si fanno paladini di una danza spontanea, libera, costruita su gesti semplici e sequenze facilmente imitabili. In stretta relazione con la pulsazione musicale live creata dalla dj, che trascolora dal sinfonico alla techno a paesaggi synt pop, tropical e R&B, Lombardo e Greco cedono progressivamente al ritmo, alla condivisione, aprendo le porte alla socialità e all’aggregazione di corpi, invitando infine il pubblico a danzare con loro.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
Rilevanti
- Pubblicità -spot_img
Ultime News
- Pubblicità -spot_img