- Pubblicità -spot_img
HomeSportEuropeo a squadre: Italia vittoriosa

Europeo a squadre: Italia vittoriosa

- Pubblicità -spot_img

Si realizza un sogno durato decenni: Italia vittoriosa nell’Europeo a squadre

Una rincorsa durata decenni, idealmente dal 1965. Un anno in cui la Coppa Europa, manifestazione continentale a squadre ideata dallo straordinario dirigente italiano Bruno Zauli (e in seguito a lui dedicata), prese il via.

Da allora, tra i vari cambi di format, l’Italia non era mai riuscita ad aggiudicarsela fino, appunto, al 25 giugno, quando l’incantesimo si è rotto.

E’ accaduto a Chorzow, non lontano da Katowice, in Polonia, con la squadra azzurra che ha trionfato al termine di tre giornate di confronti di straordinaria intensità. La sessione finale delle gare si è conclusa con due successi azzurri (sette in totale nella manifestazione) arrivati grazie a Zane Weir nel lancio del peso, con un eccellente 21.59, e Gianmarco Tamberi nel salto in alto, con un altezza di 2,29 m.

Il secondo posto invece è stato conquistato da Larissa Iapichino nel salto in lungo (6,66, vento nullo), terzo posto per Filippo Tortu nei 200 metri (20.61, v. -1.3 m/s) e Yeman Crippa nei 5000m (13:34.29).

La classifica finale premia l’Italia (con un punteggio di 426.5) con largo margine sulla Polonia (402.5, quindi ben 24 lunghezze di distanza) che si guadagna invece il secondo posto. A seguire terzo posto per la Germania, quarto per la Spagna, quinto alla Gran Bretagna.

Le vittorie durante le giornate di gara

In totale sono sette i successi individuali per la squadra azzurra: nelle giornate precedenti ricordiamo le vittorie di Nadia Battocletti nei 5000 metri, Sara Fantini nel martello, Samuele Ceccarelli nei 100 metri, Alessandro Sibilio nei 400hs, Tobia Bocchi nel salto triplo), nonché la conquista del primo posto nel medagliere degli European Games, dove l’Italia ha collezionato 14 medaglie (6 d’oro, 5 d’argento, 3 di bronzo).

Un bottino senza pari. “Il mio pensiero va a Bruno Zauli – ha commentato il presidente federale Stefano Mei – che questo evento l’ha inventato: oggi abbiamo reso omaggio a un grande uomo e un grande presidente. I nostri ragazzi meritano l’attenzione di tutto il mondo, non soltanto dell’Europa. Questo è il risultato del lavoro quotidiano delle società sul territorio: sono loro a scoprire e far crescere questi talenti, che poi diventano campioni. In questi due anni e mezzo i risultati sono stati straordinari, i ragazzi non smettono mai di sorprendermi”.

Per visualizzare i risultati delle squadre andare al seguente link: Punteggi Europeo a squadre.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
Rilevanti
- Pubblicità -spot_img
Ultime News
- Pubblicità -spot_img