- Pubblicità -spot_img
HomeSportIl Lanerossi batte il Novara di Rigore 2 a 1

Il Lanerossi batte il Novara di Rigore 2 a 1

- Pubblicità -spot_img

Sono stati 3 i rigori assegnati al Lanerossi nella partita casalinga contro il Novara, due realizzati da Ferrari e uno sbagliato da Ronaldo, che hanno portato ancora alla vittoria i biancorossi che, complice la sconfitta casalinga della Triestina contro la Virtus Verona 0-1, si riporta al terzo posto in classifica in attesa dei 40 minuti di recupero in casa della Pro Sesto da giocare nel corso della settimana.

Il recupero diventa un jolly per i biancorossi che dovranno cercare di ribaltare il parziale con cui era stata sospeso l’incontro per impraticabilità del campo che vede il Vicenza sotto di un gol e che potrebbe portare la squadra a  rinsaldare la posizione in classifica.

Mister vecchi sceglie il modulo che aveva portato il filotto di vittorie con Ronaldo affiancato da Tronchin a centrocampo, Ferrari e Pellegrini supportati da un della Morte trequartista avanzato, Costa a sinistra e De Col a destra al posto dell’infortunato Talarico: confermata la difesa a tre con Cuomo, Golemic e Laezza davanti a Confente.

Sono 35 minuti di gran calcio quelli del primo tempo con Ronaldo molto ispirato ben coperto da un buon Tronchin, ma al momento di concludere i biancorossi sono sempre in difficoltà a raggiungere la rete e ci vuole un rigore per fallo su Costa per ritrovare Ferrari che mete in rete con palla da un parte e portiere dall’altra. Il tempo di gioire ed è Della Morte ad essere fermato fallosamente in are, altro rigore, questa volta dal dischetto va Ronaldo che si fa parare la conclusione da Minelli . Da qui al termine del tempo la squadra biancorossa sembra fermarsi, forse un contraccolpo psicologico per Ronaldo che perde un po’ di lucidità con Tronchin che si danna in tutte le zone del campo sia in copertura che nel tentativo di ripartenza.

Termina il 1° tempo con una conclusione pericolosa ancora di Ongaro sventata in angolo da Confente e dopo l’intervallo pronti via e da un fallo laterale in favore del Novara  parte un cross dalla trequarti che sembra senza pretese ma la difesa biancorossa si fa trovare impreparata e prima il centravanti Ongaro colpisce di testa il palo e sulla ribattuta arriva per primo Urso che mette in porta l’1-1

A questo punto Vecchi pensa a un cambio di modulo, esce Laezza per delle Monache ma la squadra si disunisce , rischia ancora con un palo centrato da Ongaro dopo una veloce ripartenza e bisogna rimettere a posto le cose in campo con Greco e Cavion per Pellegrini e Tronchin per riprendere in mano il gioco, come ha ammesso in modo molto onesto il mister vicentino : “Nel primo tempo abbiamo creato molto, abbiamo avuto delle buone trame di gioco e anche la personalità nel voler condurre il gioco, dal portiere a in mezzo al campo.
Poi il secondo tempo sicuramente ci hanno preso un po’ alla sprovvista con i loro cambi offensivi, abbiamo perso un po’ le misure, poi ho contribuito un po’ anch’io a creare casino, cambiando dove non dovevo cambiare e quel pezzo di partita non mi è piaciuto, sicuramente è una cosa nella quale possiamo migliorare e magari non possiamo permetterci quattro attaccanti già così presto.
Poi invece, con gli altri cambi abbiamo ripreso la partita, sono stati bravi bravissimi Greco e Cavion che sono entrati con gamba e con ripartenze, anche con Delle Monache, Ferrari e Della Morte davanti, siamo stati pericolosi e non abbiamo praticamente più rischiato nulla. Abbiamo capito che non ci possiamo permettere quattro attaccanti così e ci serve anche per il futuro. Però abbiamo capito anche che possono essere pericolosi giocando con il 4-3-3, ovvero come ci siamo proposti fino alla fine, perché siamo stati pericolosi ma anche equilibrati.

Ripartono i biancorossi ed arriva il terzo rigore per trattenuta in area di Ferrari e lo stesso Ferrari dal dischetto cambia palo e ancora trafigge Minelli portando il Vicenza sul 2-1.

Potrebbe finire in gloria per Ferrari che di testa da posizione ottimale non centra la porta dopo una bella giocate e cross dalla destra di Cavion, poi ci prova Costa direttamente da punizione e ancora Della Morte nei minuti di recupero.

Il Vicenza vince e rincorre i play off e così analizza l’incontro mister Vecchi con un occhio già al Jolly da giocare contro la Pro Sesto : “Purtroppo in questo momento concretizziamo poco, abbiamo mandato al tiro tanti giocatori anche oggi, non sono stati bravissimi sulle palle inattive oggi, c’è stata un po’ di confusione, però anche in quello siamo sempre pericolosi, intanto va bene così.
Anche oggi c’è stata la prestazione, ci sono segnali importanti di un gruppo forte e anche di alternative di modulo, come si è visto oggi, io sono contento, sono soddisfatto.

Con la Pro Sesto fin da subito dovremmo dare un impatto forte alla partita, dobbiamo andare in campo subito per ribaltarla, abbiamo visto che oggi nei primi 35 minuti potevamo fare tranquillamente due o tre goal e quindi andiamo a Sesto per fare questa mini impresa che ritengo fattibile”.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
Rilevanti
- Pubblicità -spot_img
Ultime News
- Pubblicità -spot_img