- Pubblicità -spot_img
HomeSportIl Lanerossi vince ancora in trasferta con la Pro Patria 0-1

Il Lanerossi vince ancora in trasferta con la Pro Patria 0-1

- Pubblicità -spot_img

Vittoria di carattere e volontà quella del Vicenza che a Busto Arsizio batte la Pro Patria con la 10° rete stagionale di Ferrari, un Vicenza che si trova in inferiorità numerica per l’espulsione di Ronaldo al 29’ del primo tempo per una sbracciata a centrocampo giudicata forse un po’ frettolosamente dall’arbitro che poi ha estratto il rosso probabilmente per proteste.

Già da subito i biancorossi si sono adattati a questa classica partita da serie C dove l’avversario di casa cerca di far male a una squadra che comunque tiene il campo e concede poco agli avversari e quando può va a cercare soprattutto le folate in avanti di Pellegrini , poi in 10 per il restante del primo tempo contiene la superiorità numerica avversaria e torna in campo con ben altro piglio.

La squadra gioca alta ad infastidire le fonti di gioco bustocco  e chiudendo i tentativi di accelerazione avversari, anzi è proprio il Vicenza che si fa sempre più continuo e si erge Costa contro Pro Patria, vengono collezionati una serie di calci d’angolo tutti battuti da Costa che smista palloni al centro dell’area piccola sempre più pericolosi, ci prova addirittura direttamente con il portiere Rovida che ci mette una mano sulla linea di porta e devia il successivo tiro di Cavion, ci prova sulle palle alte Golemic a cui non riesce la deviazione vincente sull’uscita a vuoto del portiere, ancora Pellegrini che si trova un pallone d’oro all’altezza del dischetto e manda lato. 

Non ci sono tiri in porta dalla Pro Patria se non un’azione che diventa pericolosa su un’ingenuità di Golemic che regala palla agli avversari. 

Al 75’ viene espulso mister Vecchi per proteste ma è sempre Vicenza che pur in 10 in campo ci crede  e continua a tenere gli avversari nella propria area fino al 10° corner sempre con Costa che indirizza a rientrare sul primo palo dove Ferrari di testa mette dentro il pallone dell’1-0 .

Poi sempre Vicenza che pur in 10 ci crede e continua a tenere gli avversari nella propria area fino al 10° corner sempre con Costa che indirizza a rientrare sul primo palo dove Ferrari di testa mette dentro il pallone dell’1-0

Colpo duro per i padroni di casa che inseriscono punte su punte ma è sempre il Vicenza a menare le danze e ancora Costa, sempre lui, obbliga il portiere avversario a una parata a terra su un tiro violento dai limiti dell’area al 90’ 

Si copre comunque Vecchi con Tronchin per Greco e Sandon per Costa che è stato inesauribile soprattutto nel secondo tempo, e sia arriva al recupero di 6 minuti dove il Vicenza tiene la partita e si chiude con un po’ di animi bollenti su un’entrata a gamba tesa su Tronchin che porta all’espulsione dell’allenatore di casa Colombo e del vice di Vecchi Omar Danesi.

Si gode la vittoria mister Vecchi: “Non voglio parlare dell’arbitro, voglio solo valutare la nostra prestazione, perché nonostante 70 minuti in 10, abbiamo fatto una grande partita. Loro non hanno praticamente mai tirato in porta e noi abbiamo creato i presupposti nelle palle inattive per essere pericolosi. Qualche tiro da dentro area e da fuori area, una grande prestazione, anche in 10 abbiamo dimostrato anche oggi di essere una squadra forte, poi nell’episodio non ci viene mai perdonato nulla. C’era un fallo su Ronaldo, una sbracciata, va bene l’ammonizione, un gesto istintivo come secondo me se ne vedono 1 miliardo sul campo. Lasciamo stare l’arbitro, ci prendiamo questa grande vittoria, questa grande prestazione, diciamo che grazie all’arbitro ci siamo scoperti forti anche in 10 contro 11 e questo ci dà una grande felicità.

E’ una prova di grande convenzione nei nostri mezzi e nelle nostre qualità, perché comunque la Pro Patria arriva da un periodo positivo, sta facendo un girone di ritorno importante e nonostante questo abbiamo fatto una grande gara. Sono contento anche per i nostri tifosi che hanno fatto un bel viaggetto per venire qua e tornano a casa soddisfatti, contenti e soprattutto orgogliosi di una squadra che ha vinto giocando in 10 per 70 minuti.


E’ da un po’ che giochiamo con questo atteggiamento e con questo spirito, poi è chiaro che in 10 soffri anche qualcosa, però alla fine di occasioni o di tiri in porta, forse ne abbiamo ribattuti un paio da dentro o dal limite dell’area, poi per il resto siamo stati molto bravi. Noi siamo stati molto pericolosi anche sulle palle inattive e abbiamo concluso con il goal. Quindi siamo contentissimi di questo e c’è stata data la possibilità di dimostrarci forti e di far venire fuori il carattere di una squadra che in questo momento ha un carattere forte”.


Termina in gloria per i biancorossi che rafforzano il terzo posto in classifica raggiungendo 56 punti e continuando nella striscia positiva in attesa del recupero con il Fiorenzuola, gioia dei biancorossi che dedicano la vittoria ad Alex Rolfini, fermato dalla rottura del crociato. Festeggiando sotto la solita impareggiabile curva dei tifosi che anche in trasferta non mancano mai in gran numero e si fanno sempre sentire nell’incitamento alla squadra. Il Lanerossi vince ancora in trasferta con la Pro Patria 0-1.

Così il centravanti Ferrari a fine partita: “Questa vittoria dimostra il nostro temperamento, in tanti ci davano per morti, invece ci siamo rialzati. Per Rolfini avevamo preparato una sorpresa sul goal, ma eravamo troppo lontani quando ho segnato e quindi abbiamo fatto la foto alla fine. Siamo con lui, abbiamo sofferto tutti per quello che gli è successo e gli saremo vicini fino a quando tornerà in campo”.

Il Lanerossi vince ancora in trasferta con la Pro Patria 0-1

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
Rilevanti
- Pubblicità -spot_img
Ultime News
- Pubblicità -spot_img