- Pubblicità -spot_img
HomeAttualitàLa marcia verso Mosca della Wagner si è fermata

La marcia verso Mosca della Wagner si è fermata

- Pubblicità -spot_img

Wagner e la marcia su Mosca: dietrofront a 200 chilometri dalla capitale

La marcia verso Mosca dei mercenari della Wagner agli ordini di Yevgeny Prigozhin, critico nei confronti della leadership militare russa, si è fermata a 200 chilometri dalla capitale “per evitare spargimenti di sangue” nel Paese. Ciò è dovuto anche alla mediazione del presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko.

Prima del dietrofront, le milizie avevano preso in poche ore il controllo della città di Rostov-sul-Don, centro militare nevralgico vicino al confine ucraino, per poi proseguire un’avanzata senza ostacoli che ha lasciato presagire un golpe capace di far precipitare la Russia nella guerra civile.

I ribelli hanno preso il controllo della città anche grazie al rifiuto dei generali russi di sparare ai loro concittadini. In questo frangente, l’Ucraina ha sfruttato il caos per portare avanti la sua controffensiva a est, mentre un raid russo ha fatto tre morti a Kiev.

La reazione di Putin

In un discorso alla nazione, al mattino, il presidente russo Vladimir Putin aveva definito l’ammutinamento una “pugnalata alle spalle“. A sera, il Cremlino ha fatto sapere che i termini dell’accordo prevedono che Prigozhin andrà in esilio in Bielorussia: in cambio, le accuse contro di lui e i suoi mercenari saranno fatte cadere.

Secondo gli analisti, però, l’operazione ha messo in luce le fratture in Russia e un Putin debole come mai prima d’ora: è il fallimento dell’idea di appaltare pezzi dello Stato a privati fedeli al regime, scrive La Stampa.

Anche l’intelligence americana è stata colta di sorpresa dall’escalation, mentre il presidente Usa Joe Biden ha sentito i leader di Francia, Germania e Regno Unito: per le diplomazie occidentali si tratta di “problemi interni” a Mosca da “seguire da vicino”.

Approfondimenti e fonti:

Di seguito gli articoli da cui sono tratte le informazioni:

Guardian: Wagner rebel chief halts tank advance on Moscow ‘to stop bloodshed’.
Corriere della Sera: La forza della Wagner e le reazioni di Putin.
The Independent: Furious Putin calls Wagner coup ‘treason’: ‘This is a stab in the back to everyone in Russia’.
Ansa: Crisi in Russia, Baiden chiama Macron, Scholtz e Sunak
La Stampa: Fragile e incapace di reagire
Reuters: Rebel Russian mercenaries turn back short of Moscow ‘to avoid bloodshed’

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
Rilevanti
- Pubblicità -spot_img
Ultime News
- Pubblicità -spot_img