HomeSocialeRenzo Rosso e Arianna Alessi ricevono il premio "la moda veste la...

Renzo Rosso e Arianna Alessi ricevono il premio “la moda veste la pace” per l’impegno di OTB Foundation

- Pubblicità -spot_img

Breganze (VI). OTB, il Gruppo internazionale di moda e lusso cui fanno capo i marchi Diesel, Jil Sander, Maison Margiela, Marni, Viktor&Rolf, le aziende Staff International e Brave Kid, e che detiene una partecipazione nel brand Amiri, ha ospitato oggi nel suo quartier generale di Breganze (VI) la cerimonia di consegna del Premio “La Moda Veste la Pace” a Renzo Rosso, Fondatore e Presidente del Gruppo OTB e Presidente di OTB Foundation, e ad Arianna Alessi, Vicepresidente di OTB Foundation. Presenti la Presidente di African Fashion Gate, Marietou Dione, e Nicola Paparusso, Fondatore di African Fashion Gate.

• Conferito il riconoscimento per l’impegno dimostrato da OTB Foundation a supporto della popolazione Ucraina dallo scoppio della guerra e per l’accoglienza di oltre 440 rifugiati in Italia

• OTB Foundation ha rafforzato anche la propria attività per l’empowerment e la leadership femminile con il progetto Brave Women Awards: 55 borse di studio per finanziare percorsi di laurea magistrale in management aziendale e pubblica amministrazione per studentesse meritevoli nelle più importanti Università italiane.

“La Moda Veste le Pace” è un riconoscimento pubblico a persone autorevoli che si sono distinte per l’impegno verso l’inclusione e la lotta contro la discriminazione e il razzismo, conferito annualmente dall’African Fashion Gate (AFG), un laboratorio permanente creato con l’obiettivo di rendere più inclusivo il mondo della Moda, delle Arti, dello Spettacolo e dello Sport attraverso iniziative culturali e progetti concreti.

AFG ha deciso di conferire il riconoscimento a Renzo Rosso e Arianna Alessi per il costante lavoro che portano avanti con la Fondazione del Gruppo OTB a beneficio dei più deboli e vulnerabili, ma soprattutto per l’impegno dimostrato nel supporto alla popolazione ucraina dallo scoppio del conflitto.

OTB Foundation è intervenuta tempestivamente lo scorso febbraio e ha accolto per prima l’appello lanciato da UNHCR, l’Agenzia ONU per i rifugiati, per supportare le persone e le famiglie costrette alla fuga dal Paese, assicurando un primo sostegno economico a quasi 7.000 persone. Dopo questo primo intervento, la Fondazione ha continuato a sostenere la popolazione ucraina attraverso l’organizzazione di pullman che partivano carichi di medicine e altro materiale sanitario, e tornavano in Italia con a bordo donne e minori.

Ha poi agito da intermediaria tra i rifugiati e gli enti preposti per individuare alloggi sicuri e garantire il loro inserimento nei progetti di accoglienza istituiti dal Ministero dell’Interno. OTB Foundation ha accolto in totale 443 rifugiati ucraini e, nell’ottica di realizzare un progetto di integrazione di lungo periodo e sostenibile nel tempo, oltre a fornire loro assistenza a 360 gradi ha favorito il loro inserimento nel mondo del lavoro e nell’ambiente scolastico, rispettivamente per gli adulti e per i bambini. In questo contesto, infatti, e grazie alla sinergia con il Gruppo OTB, è stato avviato il primo progetto in Italia di inserimento lavorativo di lungo periodo per alcuni rifugiati ucraini nelle società del gruppo e in altre aziende del territorio. 

La Fondazione ha infine continuato a fornire supporto alle persone rimaste in Ucraina tramite partner operativi in loco, consegnando beni di prima necessità a circa mille famiglie nelle città di Odessa, Dnipro, Kramatorsk e Kyiv, in collaborazione con la Fondazione Zegna e l’organizzazione Cesvi. Non da ultimo OTB Foundation, grazie ad un recente progetto realizzato con UNHCR, sostiene ancora oggi i diversi centri profughi ucraini in Moldavia nelle città di Ungheni, Soroca, Orhei, Chisinau, Balti, e Causeni.

“Ringrazio African Fashion Gate per questo premio, che riconosce l’impegno di OTB Foundation nel sostegno alle persone in difficoltà, soprattutto nei momenti di maggiore emergenza. Il lavoro della Fondazione rappresenta un modello concreto di sostenibilità sociale – ha dichiarato Renzo Rosso, Presidente del Gruppo OTB e di OTB Foundation – Ho sempre creduto nel valore della restituzione, l’impegno verso l’ambiente, il territorio e le persone. Per questo esiste OTB Foundation: vogliamo aiutare chi ha più bisogno in maniera concreta”.

“Siamo orgogliosi di quanto abbiamo fatto con la Fondazione sia per i rifugiati ucraini in Italia e Moldavia che per i rifugiati del terremoto in Siria e Turchia, agendo in modo tempestivo ed efficace unendoci sin da subito a chi era già operativo in loco.  Sono davvero felice di questo riconoscimento, per il quale ringrazio profondamente il team della Fondazione e African Fashion Gate che ha riconosciuto il nostro impegno.” ha aggiunto Arianna Alessi, Vicepresidente di OTB Foundation. “Siamo ora molto impegnati sull’empowerment femminile con un’importante iniziativa: Brave Women Awards.

Convinti che solo attraverso la cultura possiamo cambiare la condizione lavorativa e di stipendio della donna, abbiamo investito 550 mila euro destinati a borse di studio per 55 giovani donne, meritevoli per curriculum accademico ma in situazione di difficoltà economica. Grazie a questo progetto avranno l’opportunità di accedere ad un’istruzione di qualità nell’ambito del management aziendale e della pubblica amministrazione presso 5 prestigiose università del nostro Paese. Salvaguardare la dignità della Donna, contro la violenza in generale ed il suo empowerment è uno dei pilastri dell’operato di OTB Foundation” ha concluso Alessi.

“Siamo lieti che Renzo Rosso e Arianna Alessi abbiano accettato il premio La Moda Veste la Pace, un riconoscimento internazionale che ha il patrocinio dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Camera Nazionale della Moda Italiana e della Federazione Italiana Giuoco Calcio. Ad oggi il premio è stato assegnato a icone del fashion system come a Franca Sozzani direttrice di Vogue Italia, agli stilisti Valentino Garavani, Giorgio Armani, Vivienne Westwood, al presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana Carlo Capasa, a Santo Versace e a figure appartenenti ad altri settori come al gruppo musicale Simple Minds e a Makaziwe Mandela figlia del Premio Nobel per la Pace e Presidente del Sudafrica Nelson Mandela che dal 2022 è diventata Presidente Onorario di AFG.” ha evidenziato Nicola Paparusso Fondatore di African Fashion Gate che da 10 anni indice il Premio.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
Rilevanti
- Pubblicità -spot_img
Ultime News
- Pubblicità -spot_img