- Pubblicità -spot_img
HomeSportLanerossi ancora bloccato in zona gol

Lanerossi ancora bloccato in zona gol

- Pubblicità -spot_img

Ed è 0-0 a Trieste

Finisce a reti bianche la partita di Trieste nonostante il Lanerossi Vicenza abbia giocato in superiorità numerica per tutto il secondo tempo per l’espulsione di  Vallocchia della Triestina allo scadere del primo tempo.

Partito bene il Lanerossi nei primi minuti di gioco con tentativi a rete di Ferrari e Della Morte, poi la Triestina prende via campo e con un centrocampo imperniato sull’ottimo Correia riesce a bloccare sul nascere l’azione vicentina ed arriva anche ad un’ occasione su colpo di testa di da calcio di punizione che Confente devia in corner. Poi l’espulsione per doppio giallo di Vallocchia e al ritorno in campo i vicentini non riescono a trovare il bandolo della matassa con gli alabardati che giocano un pressing molto alto nonostante l’uomo in meno che porta anche Finotto vicino al gol seguito poi da un tiro pericoloso di Moretti.

Lanerossi ancora bloccato in zona gol

E il Vicenza? Nonostante il cambio praticamente integrale del centrocampo continua a non trovare un gioco lineare ma soprattutto sono da rivedere le sbavature che regalano il pallone agli avversari, colpi di testa dalla difesa di prima intenzione quando c’era tutta la possibilità di un controllo di petto per servire un compagno, più di qualcuno controlla il pallone con quello che una volta si chiamava stop a seguire ma con pallone però sempre troppo lungo e così Jimenez, Cavion, De Col vanno a perdere palla in un momento in cui l’azione era da alimentare con i compagni  già schierati per la fase offensiva.

Tenta il colpo di testa Proia ma lento, arriva con leggerissimo ritardo Scarsella che sempre di testa manda la palla sul fondo,va al tiro Cavion da appena dentro l’area con Rolfini forse meglio piazzato una decina di metri più avanti, dopo uno stretto triangolo da posizione decentrata va al tiro anche De Col con Rolfini ancora accentrato che avrebbe potuto colpire in sicurezza. Cambia modulo mister Diana provando a far spingere i terzini e dare qualità e più dinamicità al gioco, cosa questa che aveva già anticipato nei giorni scorsi  e dimostrando di avere in panchina quella lucidità che invece latitava in campo. Ci prova anche DeMaio che di testa non trova la porta ma la Triestina si chiude sempre di più e varchi ai vicentini ne rimangono sempre meno, e praticamente si finisce con colpo di testa di Scarsella che da pochi passi mette fuori dopo una buona giocata di Greco.

Alla fine è uno 0-0 che certamente porta  1 punto in classifica che serve a poco e lascia comunque il rammarico di non essere riusciti ad osare di più e con più lucidità

Questa squadra sembra faticare a centrocampo dove mister Diana non trova la giusta amalgama nonostante sia continuamente alla ricerca di trovare il giusto equilibrio dei giocatori, che sono certamente parecchi  soprattutto nei ruoli di centrocampo, ma che faticano non poco a trovare la fluidità del gioco. Serve sicuramente più qualità in campo e mister Diana non sembra certo intenzionato a  tirarsi indietro, magari cambiando in corsa i suoi dettami iniziali per cercare soprattutto la spinta degli esterni.

“Da noi ci si aspetta che dobbiamo essere pronti a vincere tutto– ha detto Diana nel dopopartita – Però anche noi abbiamo il nostro tempo, siamo comunque dentro un contesto di classifica e secondo me i margini di miglioramento sono molto, molto alti. Arriverà anche il momento delle palle inattive, perché sono occasioni importanti, anzi ne abbiamo concesse alcune di troppo a loro, dove abbiamo rischiato nel secondo tempo, dov’è stato bravo Confente.
Ripeto, non vado via soddisfatto, in questo momento siamo questi, io lavorerò in maniera rigorosa per cercare di apportare delle migliorie a questa squadra”.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
Rilevanti
- Pubblicità -spot_img
Ultime News
- Pubblicità -spot_img