- Pubblicità -spot_img
HomeSocialeOTB FOUNDATION BRAVE WOMEN AWARDS

OTB FOUNDATION BRAVE WOMEN AWARDS

- Pubblicità -spot_img

Prosegue il progetto della fondazione del gruppo OTB che estende a 5 atenei italiani l’iniziativa nata per formare la classe dirigente femminile del futuro stanziando un totale di 550 mila euro per 55 borse di studio.

I bandi per l’anno accademico 2023/2024 sono pubblicati nei siti delle singole università a partire da oggi

Breganze (VI), 13 marzo 2023 – Dopo il successo dell’edizione 2022 di Brave Women Awards inaugurata lo scorso febbraio con l’Università Bocconi di Milano, OTB Foundation amplia il progetto di empowerment femminile tessendo una rete di collaborazioni con altre università private e pubbliche italiane.

Oltre a Università Bocconi, le strutture che hanno sposato il progetto OTB FOUNDATION BRAVE WOMEN AWARDS per l’anno accademico 2023-24 sono: Università LUISS Guido Carli di Roma, Università Alma Mater di Bologna, Università degli Studi di Padova, e Università Ca’ Foscari Venezia. Cinque università che contribuiranno a dare vita a un progetto a lungo termine volto a sostenere il percorso universitario di studentesse meritevoli e contribuendo a formare una nuova generazione di donne che in futuro potranno guidare il nostro Paese e le sue aziende.

“Permettendo a più ragazze di accedere a un più alto livello di formazione, creiamo i presupposti per entrare in settori ad oggi a limitata presenza femminile. L’obiettivo ultimo è quello di valorizzare la diversità di genere a pari trattamento economico. Donne e uomini sono diversi e queste differenze e complementarità portano valore aggiunto a qualsiasi tavolo”, dichiara Arianna Alessi, vicepresidente della Fondazione OTB.

“È importante poi ricordare che incoraggiamo tutte le ragazze coinvolte nel progetto ad attivare a loro volta, appena ne avranno la possibilità, una borsa studio per altre giovani donne che vorranno seguirne i passi così da creare un circolo virtuoso di continua emancipazione”.

Secondo l’ultimo rapporto ISTAT sui livelli di istruzione e occupazionali relativi al 2021, nonostante in Italia la quota di donne laureate superi quella maschile (23, 1% contro il 16,8%), l’iniziale vantaggio in termini di istruzione più elevata non si traduce poi nella conquista di posti di lavoro, anzi. Il tasso di occupazione femminile è infatti inferiore a quello maschile (55,7% contro il 68,5% della media europea1). Per quanto riguarda lo stipendio, l’ISTAT riporta che le donne percepiscono mediamente una retribuzione inferiore a quella maschile (variabile tra il 74 e 77% in meno rispetto agli uomini).

Le differenze di genere si sentono quindi sia nel ruolo delle donne nel mondo del lavoro, sia nella loro retribuzione. E la differenza di genere è presente in tutti i ruoli lavorativi e negli ambiti più disparati, dall’educazione al lavoro, dalla salute all’accesso alle attività economiche.

Le cinque università che hanno sposato questo progetto promosso da OTB Foundation, che da sempre sostiene progetti di empowerment femminile in Italia e nel mondo, selezioneranno studentesse fortemente motivate a diventare leader del futuro, meritevoli per curriculum scolastico e aventi i requisiti necessari per usufruire di un aiuto economico.

Con un investimento che raggiunge complessivi 550 mila euro per 55 borse di studio, la Fondazione finanzierà i costi del biennio magistrale per le studentesse che verranno selezionate presso le diverse università. Si tratta di MASTER OF SCIENCE in Economia e Pubblica Amministrazione, corsi che consentiranno loro di entrare nel mondo del lavoro con le competenze necessarie a far sentire la loro voce nei ruoli apicali, dalla presenza nei Consigli di Amministrazione alle posizioni di CEO.

Università Bocconi di Milano

Link al bando:

https://www.unibocconi.it/wps/wcm/connect/bocconi/sitopubblico_it/albero+di+navigazione/home/corsi+di+studio/studenti+iscritti/servizi/agevolazioni/lauree+magistrali/2023+2024+esonero+parziale+60

“Dobbiamo impegnarci tutti per rendere la nostra società realmente aperta e inclusiva e riattivare così la mobilità sociale. Dobbiamo farlo lavorando insieme istituzioni, aziende e

università. La partnership con OTB Foundation è un esempio virtuoso di quello che si può fare a favore dell’empowerment femminile. Sostenere le ragazze e i ragazzi negli studi universitari che li porteranno ad avere impatto nel mondo del lavoro per contribuire a loro volta al cambiamento è un passo fondamentale. Bocconi lo fa investendo oltre 38milioni in borse di studio e aiuti per i suoi studenti grazie alla vicinanza di individui, fondazioni e aziende che credono nella solidarietà generazionale”, ha affermato Francesco Billari, rettore di Università Bocconi.

Università Luiss Guido Carli di Roma

Link al bando:

https://www.luiss.it/studenti/agevolazioni-economiche/esoneri-e-borse-distudio/futuri-studenti-lauree-magistrali

“La Luiss è fortemente impegnata nella riattivazione dell’ascensore sociale del Paese e nel sostegno a giovani di talento nell’intraprendere percorsi di laurea di eccellenza, facendo leva esclusivamente sulle loro capacità. Ed è per questo obiettivo che il nostro Ateneo dedica da anni una crescente attenzione al diritto allo studio con un programma di oltre 1.300 scholarship. Siamo orgogliosi di poter rafforzare questo nostro impegno grazie al progetto di empowerment femminile di OTB Foundation che ha messo al centro della propria missione la crescita personale e professionale delle studentesse italiane”, ha affermato il rettore della Luiss, Andrea Prencipe.

Università degli Studi di Padova

Link al bando: 

https://www.unipd.it/premi-studio-studenti

“L’Università di Padova pone grande attenzione a tutte quelle iniziative in grado di combattere il gender gap e qualsiasi forma di segregazione orizzontale” afferma Daniela Mapelli, rettrice dell’Università di Padova. “Per questo motivo abbiamo subito aderito al progetto di OTB Foundation, che ringrazio, insieme ad altri prestigiosi atenei italiani. Sappiamo quanto eradicare le disuguaglianze di genere in ambito lavorativo, sia a livello di retribuzione che di occupazione di posti apicali, sia un processo lungo, che prevede prima di tutto un deciso cambiamento culturale.

Ma, e lo posso testimoniare anche con la mia elezione a rettrice, prima donna in ottocento anni di storia dell’Università di Padova, stiamo cominciando a scalfire quel tetto di cristallo che puntiamo a sgretolare sempre più. Una strada che stiamo e continueremo a percorrere, come dimostra, ad esempio, il dato sempre in crescita di donne iscritte a corsi STEM, che nel nostro ateneo arriva oggi a quota 32%. Con costanza, azioni mirate e strategia, è proprio dal percorso universitario che gettiamo le basi per una parità di genere sempre migliore nel mondo del lavoro”.

Università Ca’ Foscari Venezia

Link al bando:

https://www.unive.it/pag/8325/

“Ringrazio la Fondazione del Gruppo OTB per questa iniziativa, cui abbiamo aderito con grande piacere, per sostenere le giovani donne nel proprio percorso professionale e contribuire a superare il divario di genere nel mondo del lavoro. Da anni, infatti, Ca’ Foscari è impegnata in prima linea su questi temi, con iniziative di orientamento e sensibilizzazione e attraverso incentivi volti a promuovere la cultura delle pari opportunità e modelli sociali all’altezza delle sfide del presente. In quest’ottica, occasioni di formazione come questa rivestono un ruolo strategico”, ha affermato Tiziana Lippiello, rettrice dell’Università Ca’ Foscari Venezia.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
Rilevanti
- Pubblicità -spot_img
Ultime News
- Pubblicità -spot_img