- Pubblicità -spot_img
HomeCronacaRecuperati escursionisti

Recuperati escursionisti

- Pubblicità -spot_img

Nella giornata di ieri sono stati recuperati degli escursionisti nel territorio di Belluno e Treviso, di seguito i dettagli degli interventi ad opera della Centrale del Suem.

Brentino Belluno (VR), 02 – 08 – 23

Attorno alle 12 la Centrale del Suem di Verona è stata allertata, per un escursionista che aveva accusato un dolore toracico, dopo mezz’ora di camminata lungo il Sentiero del Pellegrino.

Il 59enne di Pieve del Grappa (TV), che era partito con amici da Brentino Belluno in direzione della Madonna della Corona, sentitosi poco bene era tornato indietro e sceso fino alla Croce sopra l’abitato, dove è stato raggiunto da una squadra del Soccorso alpino di Verona assieme al personale sanitario dell’ambulanza, che ha valutato le sue condizioni.

L’uomo è poi stato assistito dall’equipe medica dell’elicottero di Trento emergenza, sopraggiunto nel frattempo. Imbarcato, è stato trasportato all’ospedale per le valutazioni del caso. 

Auronzo di Cadore (BL), 02 – 08 – 23

Attorno alle 11, questa mattina la  Centrate del Suem è stata allertata da un alpinista volato primo di cordata, sul quinto tiro della Via dello Spigolo Giallo sulla Piccola delle Tre Cime di Lavaredo.

L’uomo, un austriaco di 41anni, che era caduto per una ventina di metri, è stato recuperato con un verricello di 30 metri dall’elicottero del Suem di Pieve di Cadore e trasportato all’ospedale di Treviso per un sospetto trauma all’anca, alla gamba e toracico.

La compagna di cordata restata in parete, una tedesca di 52 anni, aveva riportato un’abrasione alla mano nel tentativo di trattenere la caduta con la corda.

Purtroppo la presenza costante di nebbia non permetteva più l’avvicinamento dell’eliambulanza, ma fortunatamente una cordata in salita si è presa carico dell’infortunata, calandola in corda doppia fino alla base della parete dove si trovavano le squadre del Soccorso alpino di Auronzo e della Guardia di finanza di Auronzo e Cortina, che le hanno medicato la mano per poi accompagnarla alla sua macchina.

Belluno, 02 – 08 – 23

Nel pomeriggio Falco 2 è volato al Rifugio Pramperet, dove era arrivata un’escursionista tedesca di 47 anni, che si era fatta male a una spalla durante l’avvicinamento. La donna, visitata dall’equipe medica, è stata trasportata all’ospedale di Belluno.

Successivamente una squadra del Soccorso alpino dell’Alpago è intervenuta in supporto del Pelikan 2 per un parapendio precipitato sul Dolada.

Perso il controllo della vela chiusasi subito dopo il decollo, il pilota era finito al suolo un’ottantina di metri più in basso, riportando un sospetto politrauma. L’infortunato è stato portato a Belluno.

Per saperne di più: Soccorso Alpino

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
Rilevanti
- Pubblicità -spot_img
Ultime News
- Pubblicità -spot_img