- Pubblicità -spot_img
HomeCronacaSoccorsi in montagna

Soccorsi in montagna

- Pubblicità -spot_img

Di seguito vi riportiamo la rassegna stampa dei soccorsi avvenuti in montagna durante il ponte di ferragosto ad opera del soccorso alpino.

Interventi in provincia di Belluno, 14 – 08 – 23

Nella mattina del 14 agosto attorno alle 9 il Soccorso alpino di Feltre è stato allertato per un’escursionista che si era fatta male a una caviglia e si trovava al Rifugio Boz, nel comune di Cesiomaggiore. La 52enne spagnola, che con un gruppo di connazionali si apprestava ad affrontare l’ultima tappa dell’Alta Via delle Dolomiti, è stata raggiunta da una squadra, avvicinatasi in jeep fino a Malga Neva, per proseguire poi a piedi. Stabilizzata e imbarellata, la donna è stata trasportata alla Malga e da lì in fuoristrada all’ospedale di Feltre.

Scattato l’allarme verso le 13.20, una squadra del Soccorso alpino dell’Alpago è intervenuta a poca distanza dal Rifugio Dolada, per un parapendio precipitato tra gli alberi subito dopo il decollo. Il pilota, un 49enne della Repubblica Ceca, che non aveva per fortuna riportato conseguenze, era però rimasto sospeso tra i rami di una pianta a 15 metri dal suolo. Risaliti con tecniche di treeclimbing, i soccorritori lo hanno assicurato a calato a terra.  

Passate le 13 l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato a Cortina per due missioni in successione. Per primo ha recuperato con un verricello di 20 metri un escursionista di 42 anni di Venezia che, sul tratto finale della Ferrata Sci Club18, era scivolato procurandosi escoriazioni alle mani e a una gamba. L’uomo è stato trasportato all’ospedale di Cortina, così come di seguito un 42enne di Orsago (TV) che, inciampato sotto le scalette lungo la normale al Sass de Stria, riportando un sospetto trauma alla caviglia, era stato issato a bordo sempre con il verticello.

L’elisoccorso è poi volato sul sentiero 555 tra il Rifugio Vazzoler e Capanna Trieste, dove un 70enne di Povegliano (TV), che si trovava con la famiglia, aveva accusato un malore. L’escursionista è stato condotto a Belluno per le verifiche del caso. Una squadra del Soccorso alpino della Guardia di finanza di Cortina si è portata in jeep 200 metri sopra la partenza della seggiovia di Rio Gere e ha caricato a bordo un 70enne di Carbonera (TV) affaticato, per accompagnarlo all’impianto di risalita. Due tecnici del Soccorso alpino di Cortina sono invece saliti sull’eliambulanza e lasciati sulla Cengia Martini, poiché dei passanti si erano imbattuti in una turista statunitense in preda al panico. I soccorritori l’hanno raggiunta, assicurata, e sono scesi con la 51enne di Washington fino al Passo Falzarego. Infine, verso le 16, l’elicottero è intervenuto sul sentiero numero 421, tra il Rifugio Pomedes e il Dibona, e ha recupe

Interventi provincia Belluno, 15 – 08 – 23

Nella mattina del 15 agosto una squadra del Soccorso alpino di Agordo si è portata al Rifugio Vazzoler, per un turista statunitense di 58 anni che stava poco bene. L’escursionista, che lamentava forti dolori addominali, è stato poi preso in carico dell’equipaggio di Falco 2 e trasportato per accertamenti all’ospedale di Belluno. Una squadra del Soccorso alpino dell’Alpago è intervenuta in supporto di Falco 2 sulla strada del Taffarel  in discesa da Palughetto, dove un ciclista, perso il controllo della mountain bike, era caduto riportando un sospetto trauma al volto e contusioni varie. Recuperato con un verricello di 30 metri, il 39enne di Carmignano sul Brenta (PD), che si trovava assieme alla compagna, è stato portato all’ospedale di Belluno.

Interventi provincia di Treviso

Borso del Grappa (TV), 15 – 08 – 23

Attorno alle 11.45 il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa è stato attivato dalla Centrale del 118 di Treviso, per un parapendio precipitato sotto il decollo Stella Alpina a Borso del Grappa. La pilota, una 34enne tedesca, illesa, che era rimasta sospesa su una pianta a 5 metri dal suolo, e stata calata a terra dai soccorritori risaliti con tecniche da treeclimbing. Successivamente, verso le 13.30, una squadra è partita in direzione del sentiero 952, del Cavallo, in Valle di Santa Felicita, nel comune di Romano d’Ezzelino (VI), per un escursionista che aveva riportato una sospetta distorsione alla caviglia. Il 52enne di Borso del Grappa (TV) è stato poi recuperato con il verricello dall’elicottero di Treviso emergenza e trasportato all’ospedale di Montebelluna.

Interventi provincia di Vicenza

Recoaro Terme (VI), 15 – 08 – 23

Verso le 16.30 il Soccorso alpino di Recoaro – Valdagno è stato attivato a seguito della segnalazione di alcune persone che si erano imbattute in un uomo colto da malore nei pressi di Malga Lorecche, ai piedi del Monte Obante. In breve tempo la squadra che si trovava al Rifugio Battisti ha raggiunto il luogo indicato, dove una persona stava cercando di rianimare A.F., 81 anni di Vicenza, ed è subentrata nelle manovre, proseguite per una trentina di minuti, fino all’arrivo dell’equipe medica dell’elicottero di Padova emergenza sbarcata nelle vicinanze, che non ha potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo. La salma è quindi stata imbarellata e trasportata fino alla strada per essere affidata al carro funebre. Presenti I Carabinieri di Recoaro.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
Rilevanti
- Pubblicità -spot_img
Ultime News
- Pubblicità -spot_img