HomeCronacaSoccorsi sui sentieri

Soccorsi sui sentieri

- Pubblicità -spot_img

Recuperi e soccorsi sui sentieri di montagna

Di seguito riportiamo alcuni episodi di soccorsi avvenuti sui sentieri nel bellunese, nel veronese e nelle Prealpi trevigiane.

Belluno, 07 – 08 – 23

Verso le 11.30 di ieri, Falco 2 è decollato in direzione del Rifugio Coldai, per atterrare in piazzola e sbarcare equipe medica e tecnico di elisoccorso, a seguito del malore di uno degli escursionisti sul posto. Valutate le sue condizioni, l’82enne di Roma è stato trasportato all’ospedale di Belluno per gli accertamenti del caso.

Verso le 12.40 una squadra del Soccorso alpino di Cortina è stata inviata sul Lagazuoi: marito e moglie di Viterbo, di 46 e 39 anni, erano infatti usciti dalla strada che risale alla pista in direzione delle Gallerie, fino a rimanere incrodati. I soccorritori li hanno raggiunti e riaccompagnati al sicuro. Attorno alle 13 il Soccorso alpino di Livinallongo è stato attivato in supporto al personale dell’ambulanza inviata nei pressi del Rifugio Bec de Roces, in aiuto di un’escursionista con un sospetto trauma alla caviglia.

Caprino Veronese (VR), 07 – 08 – 23

Verso le 14.30 la Centrale del Suem ha richiesto l’intervento del Soccorso alpino di Verona, a seguito dell’infortunio di una 70enne di Isola della Scala (VR), lungo il sentiero numero 54 del Monte Crocetta, che stava scendendo con un’amica. Messo male un piede, la donna si era infatti procurata una probabile distorsione alla caviglia.

Cinque soccorritori, tra i quali un medico, hanno raggiunto la donna, le hanno immobilizzato la gamba per poi imbarellarla e trasportarla per una mezz’ora fino alla strada. Da lì  l’escursionista si è allontanata con i propri mezzi. 

Revine Lago (TV), 07 – 08 – 23

Poco prima della 17 il Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane è stato attivato dalla Centrale del 118 di Treviso, per un’escursionista caduta in località Santa Maria di Revine, nei pressi dell’ex cava di pietra.

La 47enne tedesca, che stava percorrendo la Monaco – Venezia con un’amica, si era fatta male al ginocchio e non era più in grado di camminare. Trovandosi in un bosco fitto e sotto il cavo di una vecchia teleferica, non è potuto intervenire l’elisoccorso. Una squadra ha quindi raggiunto l’infortunata, l’ha stabilizzata e imbarellata per poi calarla un centinaio di metri fino alla strada sterrata, dove è stata affidata all’ambulanza diretta a Vittorio Veneto.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
Rilevanti
- Pubblicità -spot_img
Ultime News
- Pubblicità -spot_img