- Pubblicità -spot_img
HomeEventiTenore Mario Malagnini in concerto

Tenore Mario Malagnini in concerto

- Pubblicità -spot_img

Tenore Mario Malagnini in concerto. Domenica 18 Giugno alle ore 20.30 nella elegante cornice di Villa Rezzonico a Bassano del Grappa, per una serata di eccellenza musicale.

•Valentino Salvino pianoforte

•Katja Lytting mezzosoprano

•Maria Takahashi soprano

•Carlo Lipari basso

MARIO MALAGNINI – tenore 

Mario Malagnini, nasce a Salò sul Lago di Garda, in giovane età ha intrapreso gli studi musicali al Conservatorio di Brescia diplomandosi brillantemente in trombone. 

Terminato lo studio strumentale, nel 1980 ha iniziato a frequentare come tenore il corso di canto sotto la guida del celebre tenore Pier Miranda Ferraro al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano dove si è diplomato a pieni voti nel 1984. 

Nel 1983 vince il primo concorso “Tito Gobbi” a Bassano del Grappa, nel 1984 dopo il diploma partecipa a 3 concorsi internazionali; Belvedere a Vienna, Caruso a Milano ed a Enna, ottenendo il primo premio in tutti 3. Grazie a questi concorsi ha la possibilità di conoscere artisti famosissimi, tra i quali; Giuseppe Di Stefano, Tito Gobbi, Franco Corelli, Gianni Raimondi, Carlo Bergonzi, Gian Giacomo Guelfi ecc, con i quali inizierà un’intensa frequentazione per affinare e perfezionare la sua tecnica vocale. 

Nel settembre 1984 debutta a Milano nel Corsaro di Giuseppe Verdi. Già l’anno dopo veniva scritturato da molti teatri tra i più importanti nel mondo: La Scala di Milano, L’Arena di Verona, La Deutsche Oper di Berlino, Covent Garden di Londra ecc.

Da allora si è esibito in tutti i più importanti teatri del mondo: Staatsoper di Vienna, L’Opéra di Parigi, Madrid, Barcellona, Lisbona, Staatsoper di Monaco, Montecarlo, Nizza, Bolshoi di Mosca, Budapest, Copenhagen, Oslo, Helsinki, Tokyo, Seoul, Pechino, Hong Kong, Bombay, New York, Los Angeles, Houston, San Francisco, Mexico City, Rio de Janeiro, Santiago del Chile ecc, a fianco d’illustri colleghi come: Renata Scotto, Montserràt Caballè, Katia Ricciarelli, Shirley Verrett, Maria Chiara, Raina Kabaivanska, Eva Marton, Ghena Dimitrova, Mirella Freni, Fiorenza Cossotto, Grace Bumbry, Agnes Baltza, Teresa Berganza, Leo Nucci, Renato Bruson, Piero Cappuccilli, Gian Giacomo Guelfi, Aldo Protti, Giorgio Zancanaro, Sherrill Millnes, Nicolai Ghiaurov, Bonaldo Giaiotti ecc. e sotto la direzione di grandi direttori d’orchestra tra quali: Claudio Abbado, Riccardo Muti, Giuseppe Patanè, Giuseppe Sinopoli, e Placido Domingo, con il quale ha avuto il piacere non solo di alternarsi in varie produzioni, ma di essere stato da lui scelto per una produzione di Carmen a Los Angeles e per la riapertura delle Terme di Caracalla con l’opera Aida sotto la sua direzione orchestrale.

Tenore Mario Malagnini in concerto. Il suo repertorio comprende circa 40 titoli per la maggior parte verdiani e pucciniani. I ruoli che ha interpretato in un maggior numero di recite, sono: Don José nella Carmen, Cavaradossi nella Tosca, Pinkerton nella Madama Butterfly e Radames nell’Aida. Ha di recente debuttato nel grande ruolo di Otello a Lisbona ad Atene e in varie città italiane. Si è esibito al Teatro alla Scala di Milano in varie produzioni, tra le quali: Nabucco, Carmen, Adriana Lecouvreur, Fedora, Butterfly e un concerto di gala diretto da Riccardo Chailly. 

Nelle ultime stagioni ha cantato Radames in Aida al Teatro Greco di Taormina, ha inaugurato la Royal Opera House di Muscat in Oman cantando Calaf nella Turandot, nel nuovo allestimento di Franco Zeffirelli e sotto la direzione musicale di Placido Domingo, Don Carlos in 5 atti a Modena (con relativo DVD), Turandot a Genova (è da uscito il DVD ), Luisa Miller a Tel Aviv, sotto la direzione del M° Oren, Carmen e Tosca a Trieste, Otello a Città del Capo, Ballo in Maschera a Bergamo,  nuovamente Carmen all’Arena di Verona e la Tosca alla Fenice di Venezia.

Discografia e dvd: Don Carlos di Giuseppe Verdi, Giovanna D’Arco di Giuseppe Verdi, I masnadieri di Giuseppe Verdi, Stiffelio di Giuseppe Verdi, Tosca di Giacomo Puccini, Turandot di Giacomo Puccini, Carmen di Georges Bizet, La Bohème di Ruggero Leoncavallo, Ruy Blas di Filippo Marchetti, Mirra di Domenico Alaleona, Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart.

KATJA LYTTING – mezzosoprano 

Dopo l’inizio dello studio del canto in Svezia, suo paese natale, si è perfezionata con il M° L. Magiera, diplomandosi con il massimo dei voti, al Conservatorio G.B. Martini di Bologna.

Vincitrice di vari concorsi lirici tra i quali “Philadelphia Opera Company – Luciano Pavarotti Voice Competition” dove in seguito ha debuttato Federica in Luisa Miller, accanto a Luciano Pavarotti e il “Concurso Internacional de canto di Bilbao” dove come vincitrice ha debuttato Leonora in La Favorita.

Il debutto avviene come ideale protagonista di Blimunda di Azio Corghi in prima esecuzione assoluta al Teatro alla Scala nel 1990.

Le passate stagioni l’hanno vista cantare Adriana Lecouvreur (Principessa di Bouillon) al Regio di Torino, La Favorita (Leonora) a Bilbao, Rigoletto (Maddalena) al Teatro alla Scala, Fierrabras (Florinda) al Maggio Musicale Fiorentino, La Forza del Destino (Preziosilla) ad Amsterdam e a Tel Aviv, Aida (Amneris) a Copenaghen, Colonia, Hong Kong e Seoul, Cavelleria Rusticana (Santuzza) con la Welsh National Opera e al Comunale di Bologna, La Gioconda (Laura) con Opera North, Tristan und Isolde (Brangäne) al Teatro dell’Opera di Roma, La Bohème di Leoncavallo (Musette) al Theater an der Wien, Lucrezia Borgia (Maffio Orsini) all’Opéra de Marseille, Die Walküre (Fricka) alla Maestranza di Seviglia, Gothenburg e a Città del Messico, Boris Godunov (Marina) a Gothenburg, Das Rheingold (Fricka) all’Opera di Roma e a Bari, Genoveva di Schumann (Margaretha) al Teatro Massimo di Palermo, Medea (Neris) al Festival di Taormina, Klytaemnestra all’OSS a Palermo, Götterdämmerung (Waltraute) a Città del Messico e al New National Theatre di Tokyo, Oberto Conte di San Bonifacio (Cuniza) a Berlino, Salome (Herodias) al Petruzzelli di Bari e Trovatore (Azucena) al Teatro Reale di Copenaghen.

Katja Lytting ha al suo attivo numerosi oratori ed esecuzioni concertistiche quali la Messa di Requiem di Verdi (alla Salle Pleyel, Parigi, dir. Mº Giulini), lo Stabat Mater di Rossini (con la Scala a Francoforte, dir. Mº Muti), la Seconda Sinfonia di Mahler (alla Basilica di San Marco), la Terza Sinfonia di Mahler al San Carlo di Napoli.

Discografia: Seconda Sinfonia di Mahler per Fonit Cetra e i Puritani con Edita Gruberova per Nightingale.

www.villacarezzonico.it

Articoli correlati: Pier 17

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
Rilevanti
- Pubblicità -spot_img
Ultime News
- Pubblicità -spot_img